Privacy Policy
 

Posts belonging to Category Viaggi



Il Molise alla BIT con gli affreschi del Castello di Gambatesa!

da Primonumero.it

I suggestivi affreschi del Castello Capua di Gambatesa, che probabilmente gli stessi molisani non conoscono, sono protagonisti dello spot dell’Azienda di Soggiorno e della Regione per la Borsa Internazionale del Turismo in programma a Milano dal 2 al 4 aprile. Alcuni personaggi si animano e da qui, parte l’invito a visitare il Molise e i luoghi apparentemente sconosciuti. Il video è stato presentato dal commissario, Remo Di Giandomenico, insieme ai responsabili della comunicazione, Luca Mastrangelo e Claudia Lalli. «La promozione del territorio parte da chi ci vive e può mettersi in gioco per richiamare turisti e dare impulso alla rete commerciale. Noi abbiamo il compito di sostenerli» ha detto Di Giandomenico. Intanto, Termoli non risulta tra i venti Comuni (anche piccoli) che hanno aderito alla Bit

Quanti molisani conoscono il castello di Capua di Gambatesa? E le meraviglie che ospita negli affreschi presenti in una sala principesca? Probabilmente pochi. E se gli stessi molisani non conoscono il loro territorio come fanno a valorizzarlo? Ad esempio in una vetrina internazionale come la Borsa Internazionale del Turismo di Milano? A queste domande che, in sostanza, rappresentano una situazione diffusa ha cercato di dare una risposta l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo che sarà presente alla Bit dal primo al quattro aprile prossimi. Lo spot partito in questi giorni sulle testate locali ha lo scopo di stimolare proprio chi in Molise ci vive e può dare il proprio contributo alla promozione e alla valorizzazione del territorio.

Lo spot presentato nella sede dell’Azienda lascia a bocca aperta: alcuni personaggi che figurano nelle opere presenti nella sala delle Virtù del Castello di Gambatesa si animano e da qui, parte l’invito a visitare il Molise e i luoghi che non si conoscono con una finestra che si apre dove prima c’erano i personaggi dei dipinti (La Carità e La Fortezza). Gli stessi spettatori (o lettori) possono quindi condividere le foto o i video del proprio Comune o di un territorio postando il materiale attraverso l’hashtag #molisefuoridailuoghicomuni. Si va così a creare un discorso di rete e una collaborazione attiva tra le comunità e le persone. Una cartolina multimediale che, ovviamente, sarà proposta alla Bit e attraverso i social network come Facebook e Twitter.

Entusiasta il commissario dell’Azienda di soggiorno, Remo Di Giandomenico: «Tutti siamo chiamati a raccontare il territorio e cerchiamo di dare impulso a questa nuova modalità di promuoverlo e valorizzarlo attraverso le persone e agli operatori che diventano attori e promotori di un luogo o di un’attività economica». Secondo il responsabile dell’ente «Il valore aggiunto sta nel cercare di promuovere realtà che già esistono, le piccole imprese che hanno una grande competitività e che da sole non riuscirebbero ad avere un palcoscenico così grande. Siamo partiti come azienda e distretto turistico Molise Orientale e poi abbiamo allargato il campo anche dalla costa a tutto il Molise». Obiettivo, dunque quello di «far fruire il territorio dalla gente e dai turisti.

Un discorso di rete, commercializzazione, di vendere prodotto ma, per fare questo, bisogna anche averlo, darlo, offrirlo e connetterlo a tutte le problematiche territorio e delle realtà» ha concluso Di Giandomenico presente insieme ad Antonio Franzese e Giovanna Sciulla.

L’azienda sarà presente insieme alla Regione Molise in uno stand di 55 metri quadri d’avanguardia. Ledwall, video, elementi multimediali presentati in una precedente conferenza che si è tenuta a Campobasso ed evidenziati da Claudia Lalli e Luca Mastrangelo, dell’agenzia di comunicazione Planet Call Direct che si occupa del progetto complessivo. Intanto, sono venti i centri molisani che hanno aderito con il relativo contributo alla fiera internazionale del turismo. Ci sono anche piccoli paesi mentre manca Termoli. «Ci auguriamo che possa partecipare» ha detto Di Giandomenico. Chi manca, in sostanza, potrebbe avere una vetrina indiretta ma diversa rispetto a chi partecipa direttamente. Si aspettano, quindi, le ultime adesioni alla manifestazione di Milano dove il Molise vuole fare la propria parte ricordando che «esiste» e non da oggi. (FO)

Guarda il video del MOLISE ALLA BIT —> https://youtu.be/s1yYoRgUjT8

Share

I numeri ufficiali del FAI: 500 persone a Gambatesa per le Fai Marathon 2015.

Continua l’eco del grande successo della giornata di Domenica 18 Ottobre a Gambatesa per le Fai Marathon.

Comunicato del Fai;

Un grosso successo di pubblico ha registrato laFaiMarathon 2015 a Gambatesa.

Quasi 500 persone, nei due turni di visita previsti la mattina e il pomeriggio, hanno atteso l’apertura dei banchetti per poter osservare glisplendori di questo piccolo borgo molisano.

I turisti, partendo da Piazza Vittorio Emanuele, accompagnati dalle guide locali e dai volontari del FaiMarathon, hanno potuto ammirare lebellezze delle chiese di San Nicola e San Bartolomeo, gli affreschi del castello di Capua, l’intero centro storico, dove il professor Nicola Flora dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha illustrato le diverse strategie di recupero e valorizzazione dei centri storici e le diverse esperienza di recupero degli immobili, per sostare, in ultimo, nella zona Nord del paese conosciuto con il nome “ngopp a lgrott”.

Di notevole interesse i brani eseguiti dai ragazzi del conservatorio “Perosi” di Campobasso, Debussy, Britten, J.S.Bach, J. Dowland, O. Messiaen, all’interno della bella cornice del castello di Capua, atmosfere che hanno fatto rivivere, per una giornata d’autunno, gli antichi splendori del maniero di Gambatesa.

La delegazione FAI, tramite il proprio referente regionale Gerardo Pisapia, ha più volte rimarcato la fattiva collaborazione esistente tra l’amministrazione comunale del Comune di Gambatesa, il Polo Museale del Molise e il conservatorio “Perosi”, per la buona riuscita dell’evento.

Share

Tutti i video dell’estate 2015 by Mario Valente e Domenico Giorgio.

Grazie a Mario e Domenico per documentare e farci sempre rivivere i bei momenti dei nostri eventi.

50° anniversario di sacerdozio di Don Peppino by Domenico Giorgio

Tutte le canzoni del 26° Festival della Canzone dialettale Molisana. By Domenico Giorgio

Processione Madonna delle Traglie by Mario Valente

Processione della Madonna della Vittoria by Mario Valente

La partita del Sorriso dedicata a Pasquale Tronca, concerti serali, by Mario Valente

 

Share

Gambatesa e Copertino insieme per la cultura nel nome di Donato Decumbertino.

Locandina Programma scambio culturale Gambatesa-Copertino

 

Locandina programma Gambatesa-Copertino.pdf

I contatti culturali tra Gambatesa e la città di Copertino iniziarono, molto probabilmente, quasi cinquecento anni fa, quando, un tal Donato Decumbertino (proveniente appunto da Copertino) affrescò su committenza di Vincenzo Di Capua il Castello di Gambatesa lasciando una testimonianza pittorica di grande valore che travalica il Molise per ricongiungersi a vicende di Napoli, Roma e perché no del salento stesso.

Non ci sono prove scritte che Donato fosse realmente proveniente da Copertino, ma il ragno, simbolo che il pittore appone con grande sapienza scenica sopra la sua firma nella sala delle maschere del Castello di Gambatesa, in un periodo in cui il tarantismo era ampiamente diffuso e documentato, potrebbe essere la prova della provenienza dalla terra salentina dell’estroverso artista.

La firma di Donato Decumbertino al Castello di Capua – Foto By Franco Valente

Dopo quasi cinque secoli le strade di Copertino e di Gambatesa tornano ad incrociarsi sul Fortore, Domenica 14 Giugno, quando un  gruppo di ciclisti copertinesi, guidati dall’Assessore alla Cultura del comune salentino Cosimo Lupo, saranno ospiti della locale Amministrazione Comunale e parteciperanno ad una serie di attività civili, religiose e culturali. Il Gruppo ciclistico Copertino taglierà tutto il tacco dello stivale in bicicletta approdando a Gambatesa come destinazione finale.

I contatti tra i due comuni sono iniziati poco meno di un anno fa grazie al M° Emanuele Raganato, copertinese, invitato a presiedere la giuria del 25° Festival della Canzone dialettale Molisana, e sono poi proseguiti in modo fitto, in particolare tra le rispettive deleghe alla cultura Cosimo Lupo (Copertino) e Luca D’Alessandro (Gambatesa).

Luca D'Alessandro, consegna quadro con la firma del pittore Donato Decumbertino a Cosimo Lupo - Agosto 2014

Luca D’Alessandro, consegna quadro con la firma del pittore Donato Decumbertino a Cosimo Lupo – Agosto 2014

Lo scambio culturale in corso, che verrà suggellato nella giornata di Domenica 14 Giugno, ha già prodotto frutti: in particolare vi sarà la prima esecuzione di una marcia sinfonica per banda dal titolo “Omaggio a Gambatesa” scritta dal copertinese, M° E. Raganato e dedicata al paese molisano; si avvieranno rapporti finalizzati alla partecipazione delle “maitunate” di Gambatesa al Festival dello Stornello che si terrà a Copertino il 12 Luglio nonché sarà l’occasione di scambiarsi buon pratiche amministrative ed avviare interscambi di prodotti tipici locali.

Il Castello di Gambatesa

Nel pomeriggio, come da programma, nell’ambito del progetto “Note, colori, sguardi e suoni”, si terrà uno degli appuntamenti più attesi dell’intero programma di concerti al Castello di Capua: solisti di nota fama quali il clarinettista Lelio Di Tullio, l’oboista Maurizio Marino, i flautisti Aldo Ferrantini e Giancarlo D’Abate, accompagnati dai M° Biasini, Lumachi e Morgione, tutti docenti del Conservatorio Perosi, si esibiranno in musiche di Mozart, Hoffmeister, Hummel.

A margine del concerto verrà presentato alla cittadinanza il progetto di scambio culturale tra Gambatesa e Copertino nel segno dell’arte, della musica, delle tradizioni e dello sport.

 

 

Share