Privacy Policy
 

Posts belonging to Category Pol. Gambatesa



Michele Aitella premiato come dirigente della Pol. Gambatesa con il premio “A. Rauso”.

….direttamente dal comunicato ufficiale numero 32……

“FESTA DEL CALCIO MOLISANO 2014/2015”
DIRIGENTI SOCIETARI INSIGNITI DEL “PREMIO ANTONIO RAUSO”
(GIOVEDÌ 30 OTTOBRE 2014 – ORE 19.30 – SALA RICEVIMENTI “VILLA D’EVOLI” – CASTROPIGNANO (CB)
Il C.R. Molise comunica che anche per la stagione sportiva 2013/2014 sarà consegnato il “Premio Rauso”, riconoscimento che in ogni stagione viene insignito al dirigente societario maggiormente distintosi per impegno e dedizione nello svolgimento delle mansioni nell’ambito della propria società.
Il Dirigente da insignire con il “Premio Antonio Rauso” che sarà premiato nel corso della “Festa del Calcio Molisano 2014/2015” che si terrà GIOVEDÌ 30 OTTOBRE p.v., con inizio alle ore 19.30 presso la Sala Ricevimenti “VILLA D’EVOLI” – è: il signor MICHELE AITELLA 
Dirigente della società A.S.D. POLISPORTIVA GAMBATESA che partecipa al Campionato di Eccellenza della s.s. 2014/2015.

Entrato in società quando era presidente Ugo D’Alessandro, è il tutto fare della società. Da alcuni anni ricopre la carica di vice presidente. Si occupa un po’ di tutto: accoglienza delle squadre ospiti e della terna arbitrale in primis. degli operatori delle tv regionali. E’ conosciuto ed apprezzato soprattutto per la sua gestione del nostro impianto sportivo. Pulizia ed ordine sono la sua ARMA VINCENTE.

 

Share

Pol. Gambatesa: patrimonio da conservare e incentivare.

Logo pol Gambatesa

Logo pol Gambatesa

Lavora lontano dai riflettori il presidente della Pol. Gambatesa Rosario Conte, una vita nella società, colui che sarà ricordato nella storia calcistica locale per i record che la prima squadra ha battuto negli ultimi anni, prima raggiungendo lo storico traguardo dell’eccellenza, poi salvandosi prodigiosamente nella stessa categoria nella stagione appena conclusa. Mai visto nulla del genere in oltre trentatré anni di attività ininterrotta per quella che si conferma la società calcistica più longeva  in Molise.

Oltre ai visibili successi della prima squadra, piuttosto conosciuta per intrattenere molti gambatesani nelle domeniche invernali, l’attività che svolge la Pol. Gambatesa è molto più ampia e travalica l’aspetto ludico per arrivare al “sociale”.

La prima squadra in eccellenza

La prima squadra in eccellenza

Analizzando i numeri che lo stesso presidente ha fornito emerge che l’attività della Polisportiva abbraccia circa 150 persone di ogni fascia di età, in particolare bambini e ragazzi:

SCUOLA CALCIO: circa 60 iscritti

CAT.JUMIORES: N. 20 ATLETI

PRIMA SQUADRA: N. 25 ATLETI

CALCIO A CINQUE: N. 15 ATLETI

MAMME IN FORMA: N. 20 ISCRITTE

DIRIGENTI-COLLABORATORI: 19

Numeri sbalorditivi per un paese di 1500 anime che riesce ad coinvolgere, oltre ai ragazzi locali, anche giovani dei paesi limitrofi, soprattutto per quel riguarda la “scuola calcio”.

i più piccoli

i più piccoli

Ed è proprio in questo coinvolgimento giovanile che si innesta il ruolo sociale della Pol. Gambatesa, che offre lo “sport” (cosa più sana che c’è) come diversivo all’alcol, al fumo, alla delinquenza ed altre strade poco percorribili. 

Questi sono numeri che confermano una politica dei fatti che attestano la bontà di un progetto e ne giustificano il finanziamento pubblico (comunque non sufficiente da solo per gestire tutte le attività).

Si apprende inoltre che il buon lavoro fatto premia: tutte le squadre, dagli “under18″ ai “primi calci” hanno fatto registrare ottimi risultati in classifica contro i loro pari età.

Ragazzi

Ragazzi

Ripartendo dal titolo, è dolente però ammettere che i problemi economici, soprattutto nelle società che si reggono con il contributo comunale e qualche piccolo sponsor, ci sono eccome, tale da minacciarne la scomparsa. Così il presidente Conte descrive la situazione attuale:

CREDO CHE, NONOSTANTE I NOSTRI SFORZI, SIA DIVENUTO ORMAI MOLTO DIFFICILE CONTINUARE LE ATTIVITA’  SE NON CI SONO FORZE NUOVE  CHE VOGLIONO IMPEGNARSI NEL DARE CONTINUITA’ E FUTURO A QUELLO CHE ABBIAMO. FORSE C’E’ UN PO’ DI ASSUEFAZIONE, NOTO UNA CERTA INDIFFERENZA, POCO ENTUSIASMO PER I TRAGUARDI CHE ABBIAMO RAGGIUNTO (CHE SONO STORICI PER GAMBATESA), PER CUI LA VEDO MOLTO DURA.

COMUNQUE, FINCHE’ AVRO’ ANCHE UN MINIMO DI AIUTO, CERCHERO’ INSIEME AI MIEI COLLABORATORI (tra i quali il socio fondatore Domenico Cirelli) E A QUANTI VOGLIONO DARE IL  LORO CONTRIBUTO (IN TUTTI I MODI) DI NON FAR SPEGNERE QUESTA FIAMMELLA: RICORDIAMOCI , UNA DELLE POCHE REALTA’ DI GAMBATESA CHE ANCORA SOPRAVVIVE. MA COME DICEVA UN VECCHIO PROVERBIO “ contro la forza la ragione non vale”.  Cioè se non c’è sostegno economico e morale, da parte di tutti (Istituzioni, imprenditori, commercianti, gente comune) non si può andare avanti.

In un paese dove sono a rischio molti centri di aggregazione (scuola compresa) non possiamo rischiare di perdere nei prossimi anni  un importante centro di sport e aggregativo per giovani e adulti come quello della Polisportiva.

Nonostante la situazione critica, il presidente non manca di rimarcare i progetti futuri: ECCELLENZA (SE CI SARANNO I GIUSTI SOSTEGNI E PRESUPPOSTI); JUNIORES; TUTTE LE ATTIVITA’ DELLA SCUOLA CALCIO: ALLIEVI; GIOVANISSIMI; ESORDIENTI; PULCINI, PRIMI CALCI.  CALCIO A CINQUE. CONTINUAZIONE PROGETTO MAMME IN FORMA. ULTERIORI FORME DI COLLABORAZIONE CON LE STRUTTURE SCOLASTICHE E COINVOLGIMENTO DEI COMUNI LIMITROFI PER INCREMENTARE GLI UTENTI.

Da segnalare inoltre la presentazione di un progetto di ammodernamento del già ottimo impianto di calcio “G. Venditti”, sul quale il presidente si esprime in questi termini:

per quanto riguarda il progetto sul campo di calcio, rientra nell’attenzione che la Polisportiva ha da sempre verso le opportunità di investimento che sono previste da leggi dello Stato, in favore dell’impiantistica sportiva. Opportunità che abbiamo segnalato all’Amministrazione comunale, la quale ha prontamente raccolto l’input e si è adoperata per la partecipazione al bando pubblico. E’ un’occasione per migliorare l’impianto sportivo e renderlo più fruibile soprattutto nei periodi invernali, comunque tutto ciò che porta investimenti e lavoro, credo debba essere perseguito e sfruttato, soprattutto in questi periodi di vacche magre. Il progetto sostanzialmente prevede la copertura della tribuna laterale e della curva, con installazione di un impianto fotovoltaico per rendere autosufficiente sotto l’aspetto energetico l’impianto sportivo, inoltre è prevista anche l’installazione del solare termico per gli spogliatoi, sempre al fine di abbattere i costi di gestione dello stesso, inoltre sono previsti degli interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Credo sia un buon progetto. Speriamo che venga finanziato.

Patrimonio da conservare e incentivare…. appunto!

Share