Privacy Policy
 

Posts belonging to Category Politica e società



Alfredo Alberico: “ Credere di più nei giovani”.

Il giornalista e vicecoordinatore di skysport.it
Alfredo Alberico

Alfredo Alberico, giornalista sportivo e vicecoordinatore di Skysport.it,  da me intervistato, ha risposto gentilmente ai  quesiti, che riporto di seguito.

  • Qual è, secondo Lei, il livello qualitativo del giornalismo in Molise?

Manca un ricambio generazionale.
Credo, si stia vivendo ancora una fase di stallo, di stagnazione, in cui non c’è stata un evoluzione delle figure professionali in questa regione.
Non c’è stata nemmeno una regolamentazione attenta, da parte della professione giornalistica, infatti, penso che tanti ragazzi, come me, sono stati costretti ad andare via, perchè qui, come diremmo noi, è difficile campare facendo questo mestiere.
C’è gente senza contratto oppure sottopagata, collaborazioni vere o fittizie.
Questo, è un problema che non riguarda solo il Molise, questo sia chiaro,  ma in un territorio piccolo come il nostro è una problematica che diventa ancora più importante.
Serve attenzione, da parte di tutto l’apparato che displina questo settore, affinchè ci sia maggior controllo e tutela verso i giornalisti.
Tanti colleghi della mia età, sono stati costretti a cambiare mestiere, che facevano con grande passione e speranza, questa speranza è stata tradita dalla disattenzione che c’è nel giornalismo molisano.
Sono convinto, che iniziative come la scuola di giornalismo di Roberto Colella, rappresenti una chance, quella che a molti è stata tolta; un modo per assondare il campo e vedere se c’è interesse, da parte dei giovani, a svolgere questa professione, non soltanto nell’ambito sportivo, ma in tanti altri.
Credo che sia stato un esperimento, fino a questo momento, riuscitissimo.

  • Come è cambiato il giornalismo nell’era di internet?

E’ cambiato tantissimo, proprio perchè c’è il web oggi.
E’ stato modificato il linguaggio e cambiato l’approccio dell’informazione, infatti, oggi internet influenza ciascun settore della comunicazione, che sia la carta stampata o la tv e la radio o la rete, nel senso che la rete continua a condizionare se stessa.
A questo proposito, mi vengono in mente componenti o derivazioni del web, come whatsapp, telegram o messanger, che hanno mutato il linguaggio di questa lingua globale.
Come dicevamo prima, quando vediamo un giornalista in  tv che parla di calcio mercato, notiamo che il suo sguardo non è rivolto più verso la telecamera, ma bensì verso il telefonino, proprio perchè le chat sono diventate fonti per scambio d’informazioni o di annunci.
Dove andremo a finire non lo può sapere nessuno.
Ci sono tante idee e come sempre possono essere buone o sbagliate, ma nessuno ha una precisa visione di cosa possa succedere in futuro.
C’è chi ha pronosticato, addirittura, la fine dell’impiego del giornalista, sostituito da altre figure, ma al momento ci siamo e aspettiamo di vedere quelli che saranno i cambiamenti.
La tecnologia, sicuramente, ha un impatto fortissimo su questa professione.

  • Secondo lei, come qual è l’approccio delle nuove generazioni verso il giornalismo sportivo?

Intorno a questo ambito c’è tanta curiosità.
Lo sport attira sempre tantissimo e tutti.
Al giorno d’oggi, ci piombano addosso tantissime informazioni, più di ieri.
Le push notification (messaggistica istantanea), dei vari siti e le app, sono uno strumento di divulgazione fortissimo dell’informazione sportiva.
In un contesto, non sempre sereno che ha attraversato negli ultimi anni il nostro Paese, forse lo sport è stato un baluardo di serenità e divertimento.

Share

C’era una volta Buonanotte: storytellig sull’odierno Montebello sul Sangro.

Oggi vi presento il video-storytelling riguardo Montebello sul Sangro, paese in provincia di Chieti, con 88 abitanti.

Una volta conosciuto con il nome di Buonanotte, divenne una località fantasma a seguito di un consistente movimento franoso, che lo distrusse.

Il centro abitato, fu ricostruito, nella posizione attuale.

Nel filmato, curato da Roberto Colella, il borgo viene illustrato con personaggi delle favole.

Buona visione!!!

Per visualizzare il videoclip, cliccare sul link –>Video C’era una volta Buonanotte

Share

Giuramento governo Conte: il video.

Governo Conte

Ripropongo, per chi non l’avesse visto, il filmato del giuramento dell’esecutivo targato Conte, avvenuto oggi al Palazzo del Quirinale.

(Per un’ascolto ottimale, alzare il volume con il puntatore del mouse dalla schermata video in basso a destra).

Share

Nasce il 65° governo della Repubblica Italiana.

Il Presidente del Consiglio
Giuseppe Conte

Dopo 88 giorni di trattative, il Professor Giuseppe Conte, questa sera, ha accettato l’incarico di presidente del Consiglio e ha presentato, la lista dei Ministri che andrà a comporre il suo esecutivo, al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Il governo Conte, sarà così composto:
On. Luigi Di Maio: Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali;
Sen. Matteo Salvini: Ministro dell’Interno e Vice Presidente del Consiglio dei Ministri;
On. Riccardo Fraccaro:  Ministro per i Rapporti con il Parlamento e per la Democrazia Diretta;
Sen Giulia Bongiorno: Ministro della Pubblica Amministrazione;
Sen. Erika Stefani:  Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie;
Sen Barbara Lezzi:  Ministro per il Sud;
On. Lorenzo Fontana:  Ministro per la Famiglia e la  Disabilità;
Prof. Paolo Savona:  Ministro per gli Affari Europei;
Prof. Enzo Moavero Milanesi: Ministro gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale;
On. Alfonso Bonafede:  Ministro della Giustizia;
Dottoressa Elisabetta Trenta:  Ministro della Difesa;
Prof. Giovanni Tria:  Ministro dell’Economia e delle Finanze;
Sen. Gian Marco Centinaio:  Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;
Generale Sergio Costa:  Ministro dell’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare;
Sen. Danilo Toninelli:  Ministro delle Infrastrutture e Trasporti;
Dott. Marco Bussetti:  Ministro dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca;
Dott. Alberto Bonisoli:  Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo;
On. Giulia Grillo:  Ministro della Salute;
On. Giancarlo Giorgetti: Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con funzioni di Segretario del Consiglio dei Ministri.
Il neo Premier, ha concluso il suo discorso, dicendo:” Lavoreremo intensamente, per realizzare gli obiettivi politici che abbiamo anticipato nel contratto di governo.
Lavoreremo con determinazione per migliorare la qualità di vita di tutti gli italiani”.

Inoltre, si rende noto, che il giuramento del neo esecutivo avrà luogo domani, 1° giugno, alle ore 16.00.

Share