Privacy Policy
 

Posts belonging to Category dal Comune



Il Molise alla BIT con gli affreschi del Castello di Gambatesa!

da Primonumero.it

I suggestivi affreschi del Castello Capua di Gambatesa, che probabilmente gli stessi molisani non conoscono, sono protagonisti dello spot dell’Azienda di Soggiorno e della Regione per la Borsa Internazionale del Turismo in programma a Milano dal 2 al 4 aprile. Alcuni personaggi si animano e da qui, parte l’invito a visitare il Molise e i luoghi apparentemente sconosciuti. Il video è stato presentato dal commissario, Remo Di Giandomenico, insieme ai responsabili della comunicazione, Luca Mastrangelo e Claudia Lalli. «La promozione del territorio parte da chi ci vive e può mettersi in gioco per richiamare turisti e dare impulso alla rete commerciale. Noi abbiamo il compito di sostenerli» ha detto Di Giandomenico. Intanto, Termoli non risulta tra i venti Comuni (anche piccoli) che hanno aderito alla Bit

Quanti molisani conoscono il castello di Capua di Gambatesa? E le meraviglie che ospita negli affreschi presenti in una sala principesca? Probabilmente pochi. E se gli stessi molisani non conoscono il loro territorio come fanno a valorizzarlo? Ad esempio in una vetrina internazionale come la Borsa Internazionale del Turismo di Milano? A queste domande che, in sostanza, rappresentano una situazione diffusa ha cercato di dare una risposta l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo che sarà presente alla Bit dal primo al quattro aprile prossimi. Lo spot partito in questi giorni sulle testate locali ha lo scopo di stimolare proprio chi in Molise ci vive e può dare il proprio contributo alla promozione e alla valorizzazione del territorio.

Lo spot presentato nella sede dell’Azienda lascia a bocca aperta: alcuni personaggi che figurano nelle opere presenti nella sala delle Virtù del Castello di Gambatesa si animano e da qui, parte l’invito a visitare il Molise e i luoghi che non si conoscono con una finestra che si apre dove prima c’erano i personaggi dei dipinti (La Carità e La Fortezza). Gli stessi spettatori (o lettori) possono quindi condividere le foto o i video del proprio Comune o di un territorio postando il materiale attraverso l’hashtag #molisefuoridailuoghicomuni. Si va così a creare un discorso di rete e una collaborazione attiva tra le comunità e le persone. Una cartolina multimediale che, ovviamente, sarà proposta alla Bit e attraverso i social network come Facebook e Twitter.

Entusiasta il commissario dell’Azienda di soggiorno, Remo Di Giandomenico: «Tutti siamo chiamati a raccontare il territorio e cerchiamo di dare impulso a questa nuova modalità di promuoverlo e valorizzarlo attraverso le persone e agli operatori che diventano attori e promotori di un luogo o di un’attività economica». Secondo il responsabile dell’ente «Il valore aggiunto sta nel cercare di promuovere realtà che già esistono, le piccole imprese che hanno una grande competitività e che da sole non riuscirebbero ad avere un palcoscenico così grande. Siamo partiti come azienda e distretto turistico Molise Orientale e poi abbiamo allargato il campo anche dalla costa a tutto il Molise». Obiettivo, dunque quello di «far fruire il territorio dalla gente e dai turisti.

Un discorso di rete, commercializzazione, di vendere prodotto ma, per fare questo, bisogna anche averlo, darlo, offrirlo e connetterlo a tutte le problematiche territorio e delle realtà» ha concluso Di Giandomenico presente insieme ad Antonio Franzese e Giovanna Sciulla.

L’azienda sarà presente insieme alla Regione Molise in uno stand di 55 metri quadri d’avanguardia. Ledwall, video, elementi multimediali presentati in una precedente conferenza che si è tenuta a Campobasso ed evidenziati da Claudia Lalli e Luca Mastrangelo, dell’agenzia di comunicazione Planet Call Direct che si occupa del progetto complessivo. Intanto, sono venti i centri molisani che hanno aderito con il relativo contributo alla fiera internazionale del turismo. Ci sono anche piccoli paesi mentre manca Termoli. «Ci auguriamo che possa partecipare» ha detto Di Giandomenico. Chi manca, in sostanza, potrebbe avere una vetrina indiretta ma diversa rispetto a chi partecipa direttamente. Si aspettano, quindi, le ultime adesioni alla manifestazione di Milano dove il Molise vuole fare la propria parte ricordando che «esiste» e non da oggi. (FO)

Guarda il video del MOLISE ALLA BIT —> https://youtu.be/s1yYoRgUjT8

Share

Riciclo incentivato e sostegno ai piccoli esercenti: il Comune di Gambatesa lancia Mon€y4Trash.

Il progetto, per le sue caratteristiche, rappresenta una novità assoluta a livello nazionale.

Foto Eco-Compattatore

Metti insieme un piccolo Comune molisano, un’idea innovativa e la collaborazione tra il municipio e i piccoli esercenti locali per avere la sintesi dell’innovativo progetto denominato Mon€y4Trash.

Trattasi di una iniziativa c.d. di “riciclo incentivato” attuata tramite l’utilizzo di un eco- compattatore, cioè di una macchina capace di ridurre il volume di bottiglie in pet e lattine ed erogare in cambio degli scontrini cartacei che rappresentano dei coupon di sconto.

Il meccanismo è semplice: il cittadino, conferendo bottiglie in plastica e lattine nell’eco- compattatore otterrà un buono sconto del valore di 5 cent. per ogni conferimento con la possibilità di spenderlo presso le attività commerciali locali aderenti in relazione ad un piano di scontistica adottato dagli stessi.

E così nel bar del paese per ogni 10 € di spesa sarà possibile ottenere 1 € di sconto, mentre l’acconciatura potrà costare il 5% in meno e i giocattoli addirittura il 15% in meno.

Manifesto degli sconti

“Il progetto coniuga la tutela dell’ambiente con l’incentivo per i cittadini a spendere presso le piccole attività commerciali locali assegnando la possibilità di fruire di sconti reali, ottenuti grazie ad un gesto di grande valore civico e ambientale”, spiega Luca D’Alessandro, Consigliere comunale ed ideatore del progetto, che non manca di rimarcare le novità di Mon€y4Trash rispetto a iniziative simili, già presenti da tempo in tutta Italia.

In particolare Mon€y4Trash si regge su un apposito disciplinare, approvato dalla giunta comunale, che spiega dettagliatamente il funzionamento della filiera e fissa in modo certo i rapporti tra il Comune e gli aderenti. Per le attività commerciali l’adesione è completamente gratuita e, oltre alla fidelizzazione del cliente ed il probabile aumento dei volumi d’affari dovuti all’incentivo del coupon di sconto, vi sarà l’ulteriore vantaggio di poter detrarre dalla Tassa Comunale sui Rifiuti una parte degli sconti erogati.

Si configura quindi una filiera virtuosa nella quale i rifiuti diventano moneta di scambio di beni e servizi e benzina per ravvivare il commercio locale, sempre più in difficoltà a causa dello spopolamento.

Filiera Money4Trash

Il progetto, appena partito, vede la partecipazione di 19 piccole attività commerciali operanti sul territorio di Gambatesa e rientra in una serie di iniziative in chiave green attuate dall’amministrazione comunale finalizzate all’ottimizzazione ed all’efficientamento del ciclo dei rifiuti.

Share