Privacy Policy
 

Posts belonging to Category Le Festività



24 agosto: Gambatesa celebra il Santo Patrono

Festività San Bartolomeo Apostolo

Oggi giovedì 24 agosto, Gambatesa celebra e ricorda il suo Santo Patrono: San Bartolomeo Apostolo.

Della sua vita, si sa molto poco.

Seguace e apostolo di Gesù Cristo, nel Vangelo di Giovanni viene chiamato con il “Natanaele”, nacque in Galilea a Caana nel 1° secolo d.C.

Il suo martirio, è avvenuto per mano del Re in Siria dove fù squoiato della pelle nel 68 d.C.

Per quando riguarda la giornata festiva di oggi, il calendario delle Sante Messe in programma, ha seguito l’orario domenicale consueto con la prima Messa alle 8.30 e la seconda alle 11.00 , quando a seguire c’è stata la processione che si è snodata per le vie del paese con la statua del Santo.

Share

Programma festività San Bartolomeo Apostolo

Programma festività San Bartolomeo Apostolo

Per la festività del Santo Patrono di Gambatesa, San Bartolomeo Apostolo, si inizia mercoledì 23 agosto con il programma civile che prevede, dalle ore 20.00, la tradizionale sagra della pasta e fagioli in Viale Vittorio Veneto.

Alle ore 21.30, in Viale Vittorio Veneto, si inizierà ad ascoltare della buona musica con “Just Friend Quartet Nicola Concettini”.

Si proseguirà il giorno seguente, giovedì 24 agosto (giorno di San Bartolomeo) alle 08.30, con il girobanda per le strade del paese del Premiato Gran Concerto Musicale “Città di Francavillla Fontana”; a seguire Matinèe in Piazza Vittorio Emanuele III.

Alle ore 18.30, la banda arriverà in Piazza Municipio, dove, a seguire, avrà luogo il  gran concerto serale.

Dalle 22.00 in località “Parco giochi”, ci sarà il “Silent Disco Party”.

Per quanto riguarda il programma religioso, giovedì 24 agosto (giorno di San Batolomeo), alle 08.30 ci sarà la prima Messa.

Alle ore 11.00 avrà luogo la Solenne Celebrazione Eucaristica, con a seguire, la processione con la statua del Santo per le vie del paese.

Il comitato ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della festa.

Share

Comunicato del comune di Gambatesa: Borgo in Jazz Festival, quarto appuntamento a Gambatesa con i Pinturas quartet e la mostra Ferrocarta.

Pinturas Quartet

Musica, arte, cultura ed enogastronomia ai piedi del Castello di Capua.

Dopo i grandi successi ottenuti a Vinchiaturo, Trivento e Pietracupa, Borgo in Jazz Festival riprende il 18 agosto ai piedi del Castello Di Capua nella splendida cornice del borgo antico di Gambatesa.
La manifestazione, nata nel 2014 a Cercemaggiore su iniziativa dell’Assessore Comunale Daniele D’Aversa e della Pro-Loco Giovani Cercesi vede oggi la partecipazione di ben cinque paesi della provincia di Campobasso proponendo eventi jazz di assoluta qualità che si associano all’enogastronomia locale, all’arte ed alla valorizzazione dei centri storici dei cinque borghi molisani coinvolti.
“E’ proprio questa la carta vincente di Borgo in Jazz Festival”, sottolinea il direttore artistico, nonché sassofonista jazz, Nicola Concettini, “che mira a creare un connubio tra l’intimità della musica Jazz e la bellezza dei centri storici dei paesi coinvolti, aggiungendovi l’arte ed una enogastronomia di qualità fondata sui prodotti del territorio”.
La manifestazione prenderà il via alle ore 18:00 del 18 agosto con l’aperitivo jazz seguito da una selezione eno-gastronomica di livello con piatti dello chef locale Antonio Iacovelli, bagnati da vini e birre artigianali prevalentemente molisani con la partecipazione qualificata dell’AIS Molise (associazione nazionale sommelier).
Per l’occasione il Castello di Capua resterà aperto fino alle ore 22 per permettere la fruizione della mostra “Ferrocarta” dell’artista riccese Antonio Finelli, nata proprio da una collaborazione con l’Ass. Borgo in Jazz ed il Comune di Gambatesa.

L’esposizione artistica, inaugurata lo scorso 10 agosto, sta riscuotendo un enorme successo di critica e di pubblico, tanto da interessare anche il famoso critico d’arte Vittorio Sgarbi che, invitato dall’artista fortorino, ha visitato la mostra nella serata del 15 agosto.
Organizzatori e promotori sono concordi nel ritenere che “Borgo in jazz Festival” possa diventare negli anni una manifestazione di livello capace di conciliare cultura, arte ed enogastronomia, oltre ad essere un importante strumento per rafforzare i rapporti ed i legami tra i comuni e le associazioni partners dell’iniziativa in vista di una crescita condivisa e ad un proficuo e continuo scambio di idee e buone pratiche.

Share

Festival della canzone dialettale molisana: chiusura tra consensi e applausi

Ieri sera, alla presenza del pubblico delle grandi occasioni, si è conclusa la 28° edizione del festival della canzone dialettale molisana.
Presenti, oltre alle autorità amministrative comunali e al direttivo della Proloco di Gambatesa, anche i presidenti delle Proloco di Tufara, Campodipietra e Gildone.
In gara, le 14 canzoni che avevano superato la fase eliminatoria e che si erano esibite nelle prime due serate (10-12 agosto).
La competizione è stata molto combattuta, grazie alla bravura  e all’estro dei gruppi musicali, che hanno in difficoltà la giura tecnica giudicante composta da validissimi professionisti in campo musicale.
Durante la premiazione, ci sono stati anche dei premi speciali.
Il premio “rivelazione” è andato al gruppo “Gli Svitols” di Riccia con la canzone “U tablett”.
Il premio della critica è andato al gruppo “Greta E Divine Friends” di Gambatesa con la canzone “Cumm a mureie”.
Premio speciale “Pro Loco” alla componente cinese del gruppo “Nanu’ Jardin” di Larino.
Premio “tradizione” ad Adriano Parente di Campobasso con la canzone “Tu semp tu”.
Invece sul podio è andato al 3° posto Dario D’Adderio di San Martino in Pensilis con la canzone “Leo omnia deus” che ha vinto un premio in denaro di 1000 euro; al 2° posto il gruppo  “Ptacc D Vrit” di Riccia con la canzone  “Che c vu fa”, che si è aggiudicato il premio di 1.500 euro e al 1° posto il gruppo  “Canta Esperienza” di Gambatesa con la canzone dal titolo “#Troppsócialepocsociàl”, che ha vinto 2.500 euro.
È stato rivelato agli spettatori presenti, l’esistenza di un “consorzio” delle Proloco del Fortore, per attrarre sempre più turisti in queste zone.
Inoltre il suddetto “consorzio”, ha avuto l’occasione di partecipare ad un progetto regionale che si rivolge all’ ambito storico-tradizionalistico, per far conoscere e far crescere sempre di più la zona fortorina e le sue tradizioni.
In conclusione, sono stati formulati da parte del presidente della Proloco di Gambatesa Pasquale Abiuso, i ringraziamenti a tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione.

Share