Privacy Policy
 

Posts belonging to Category Sport



Gianni Bruno: “Per essere un buon giornalista si deve avere voglia di sapere e di cultura”

Il cronista della testata giornalistica sportiva di Telemolise Gianni Bruno

Oggi, cari amici, vi propongo l’intervista fatta a Gianni Bruno, validissimo cronista della testata giornalistica sportiva di Telemolise.

Il giornalista, ha cortesemente risposto alle mie domande, che riporto di seguito.

  •   Com’é nata la sua passione per il giornalismo?

Una passione che affonda le radici nelle radiocronache della celeberrima trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Ascoltavo le radiocronache e, provando a chiudere gli occhi, immaginavo quanto stesse accadendo in campo. Era un calcio molto diverso.

Si attendeva con ansia il momento della messa in onda dei gol. Una realtà molto diversa rispetto a quella attuale in cui sappiamo tutto velocemente ed in tempo reale anche visivamente grazie alle piattaforme digitali.

Nel corso degli anni ho avuto anche la possibilità di conoscere i miei “idoli” della radio, come Riccardo Cucchi, solitamente designato per il campo principale e Tonino Raffa, calabrese doc.”

  •    Perché ha scelto l’ambito sportivo?

L’ambito sportivo è quello che mi ha sempre appassionato maggiormente.

Poi, quando nell’estate 2003 ricevetti la telefonata del direttore Antonio Di Lallo che ringrazierò sempre, ho coniugato la passione con il mestiere.

Dai ringraziamenti sentiti e dovuti non posso risparmiare anche la proprietà Pallante di Telemolise. Prima il compianto Lelio, poi il figlio Quintino che, dopo la scomparsa di Lelio avvenuta nel gennaio del 2008, sta portando avanti un’emittente nel segno della tecnologia e dell’avanguardia assolute“.

• Secondo lei, cosa serve per essere un buon cronista?

E’ difficile essere un buon cronista.

Direi che bisogna avere quattro occhi, grandissimo intuito, ma soprattutto buon senso.

Credo che sia necessario capire i fatti, elaborarli, ricostruirli, poi cercare il lessico più adatto(ovviamente mi riferisco al cronista televisivo) per rendere un’idea all’ascoltatore.

Poi, provare ad arricchire il racconto anche di figure retoriche, come ad esempio l’ironia, che impreziosiscono la narrazione lasciando capire all’ascoltatore dei particolari importanti”. 

• Come giudica il livello giornalistico attuale nella nostra regione?

Credo che in Molise siano in tanti a cimentarsi nel mestiere di giornalista.

Ovviamente lo reputo un lavoro per pochi eletti.

Vedo tante iniziative editoriali che sono da elogiare. 

Spero che il livello del giornalismo molisano possa crescere ed espandersi, ma credo che, a volte, dobbiamo vincere dei retaggi legati ad un eccesso di provincialismo.

Lo dico senza retorica. Pensiamo a pubblicizzare le nostre bellezze e le nostre qualità che sono tante. Proviamo a guardare fuori per imparare qualcosa di buono ed utilizzarlo nella nostra amata regione”.

  • Consiglierebbe alle nuove generazioni il mestiere del giornalista?

Certo. Consiglierei il mestiere del giornalista alle nuove generazioni a patto che dietro ci sia sempre una grande voglia di cultura e di sapere.

E’ un lavoro che non è settoriale. Bisogna provare a sapere un pò di tutto e, se possibile, anche bene.

Spesso mi sono trovato a fare interviste che esulavano dall’ambito sportivo.

Eppure ho cercato di cavarmela nei limiti del possibile senza lamentarmi.

Lo consiglio alle nuove generazioni anche perchè è un mestiere che racchiude una bellezza intrinseca: anche il giorno prima di andare in pensione c’è sempre qualcosa di nuovo da apprendere.

Un saluto a tutti i gambatesani“!!!

Share

Tredicesima giornata: Pietramontecorvino-Pol. Gambatesa 2-3

Domenica scorsa, 2 dicembre alle ore 14.30, allo stadio “Comunale” di Pietramontecorvino, è andato in scena il match valevole per la tredicesima giornata del torneo regionale d’eccellenza, tra l’undici locale e quello della Polisportiva Gambatesa.

Il primo tempo, inizia in maniera molto intensa da parte di entrambe le squadre, che non vogliono di certo sfigurare in un periodo cruciale del campionato, infatti siamo a poco meno della metà del torneo (in tutto sono 30 giornate).
All’11’, la compagine fortorina, passa in vantaggio con un calcio punizione di Ruggiero, sul quale il numero uno di casa non arriva.

Quattro minuti più tardi, al 15’, il team casalingo trova il pari con un colpo di testa di Turzo.

Al 24’, sfortunato autogoal di Montuori, che porta di nuovo in vantaggio gli ospiti.

L’undici pugliese, al 32’, si riporta in parità con una bella azione corale, conclusa da Ferro, che insacca la sfera nella porta difesa da Capobianco.

Al 35’, il team petraiolo, fallisce un calcio di rigore per atterramento in area di Ferro, con Vannella che manda fuori.

I primi quaranta cinque minuti, terminano con il punteggio di 2-2.

Nella seconda frazione di gioco, al 65’, i gambatesani segnano la terza marcatura, con Ruggiero su calcio piazzato.

Buona prova dei uomini di patron Conte in terra pugliese, che domenica prossima tra le mura amiche alle 14.30, giocheranno con la Frentania Serracapriola.

Invece il Pietramontecorvino, dopo la sconfitta in casa, nel prossimo turno, andrà a far visita al Roseto.

Di seguito la classifica alla 13° giornata di campionato da www.tuttocampo.it

(Cliccare sulla foto per ingrandirla)

Share

Pol. Gambatesa- Tre Pini Matese 2-1

La squadra della Polisportiva Gambatesa

Domenica scorsa, 25 novembre, allo stadio “G. Venditti”, è andato in scena il match tra la compagine locale e quella del Tre Pini.

Prima frazione di gioco, in cui i ragazzi fortorini partono bene, infatti all’8’ Ruggiero, direttamente da calcio d’angolo segna il goal dell’1-0.

Al 12’,  su calcio punizione di Ruggieri, Mono Ateba si fa trovare pronto e insacca la palla in porta, portando la sua squadra sul 2-0.

Da segnalare, un’occasione ghiotta da parte di Essomo, che per un soffio, non porta l’undici gambatesano sul 3-0.

Nel secondo tempo, continua la dominazione della contesa da parte degli uomini di Tosches, la cui difesa da un’ottima prova, con una sola disattenzione in occasione della rete del team ospite, ad opera di Ricci.

Gambatesa, che ha disputato un’ottima gara, dopo le sconfitte con Sesto Campano e Termoli e che domani 2 dicembre alle 14.30, in trasferta affronterà il Pietramontecorvino.

Tre Pini Matese, che non deve demoralizzarsi, in vista della partita di oggi alle 14.30 contro il Roseto.

Share

Undicesima giornata di campionato: Sesto Campano-Pol. Gambatesa 3-1

Stadio Venditti di Gambatesa

Domenica scorsa, 18 novembre, a Sesto Campano, si è svolta la partita tra la compagine locale e quella della Polisportiva Gambatesa, valida per l’undicesimo turno del torneo d’eccellenza molisano.

Partita dai due volti.

Prima frazione di gioco, terminata sullo 0-1 per i gambatesani, grazie al goal di Ruggiero su punizione.

Nei secondi quarantacinque minuti, l’undici sestese, in poco tempo riesce a pareggiare e addirittura a passare in vantaggio.

Il 3-1, arriva al 93’, con il baricentro della squadra fortorina sbilanciato in attacco, alla ricerca del pareggio.

Brutta sconfitta per gli uomini di patron Conte, che scivolano al terz’ultimo posto in classifica e che  domenica prossima, 25 novembre alle 14.30, affronteranno tra le mura amiche il Tre Pini Matese.

Vittoria che conforta i ragazzi sestesi, che risalgono la graduatoria, piazzandosi, per il momento, a centro classifica, che nella prossima partita giocheranno, in esterna, contro il Roseto.

Share