Privacy Policy
 

Posts belonging to Category Sport



Alfredo Alberico: “ Credere di più nei giovani”.

Il giornalista e vicecoordinatore di skysport.it
Alfredo Alberico

Alfredo Alberico, giornalista sportivo e vicecoordinatore di Skysport.it,  da me intervistato, ha risposto gentilmente ai  quesiti, che riporto di seguito.

  • Qual è, secondo Lei, il livello qualitativo del giornalismo in Molise?

Manca un ricambio generazionale.
Credo, si stia vivendo ancora una fase di stallo, di stagnazione, in cui non c’è stata un evoluzione delle figure professionali in questa regione.
Non c’è stata nemmeno una regolamentazione attenta, da parte della professione giornalistica, infatti, penso che tanti ragazzi, come me, sono stati costretti ad andare via, perchè qui, come diremmo noi, è difficile campare facendo questo mestiere.
C’è gente senza contratto oppure sottopagata, collaborazioni vere o fittizie.
Questo, è un problema che non riguarda solo il Molise, questo sia chiaro,  ma in un territorio piccolo come il nostro è una problematica che diventa ancora più importante.
Serve attenzione, da parte di tutto l’apparato che displina questo settore, affinchè ci sia maggior controllo e tutela verso i giornalisti.
Tanti colleghi della mia età, sono stati costretti a cambiare mestiere, che facevano con grande passione e speranza, questa speranza è stata tradita dalla disattenzione che c’è nel giornalismo molisano.
Sono convinto, che iniziative come la scuola di giornalismo di Roberto Colella, rappresenti una chance, quella che a molti è stata tolta; un modo per assondare il campo e vedere se c’è interesse, da parte dei giovani, a svolgere questa professione, non soltanto nell’ambito sportivo, ma in tanti altri.
Credo che sia stato un esperimento, fino a questo momento, riuscitissimo.

  • Come è cambiato il giornalismo nell’era di internet?

E’ cambiato tantissimo, proprio perchè c’è il web oggi.
E’ stato modificato il linguaggio e cambiato l’approccio dell’informazione, infatti, oggi internet influenza ciascun settore della comunicazione, che sia la carta stampata o la tv e la radio o la rete, nel senso che la rete continua a condizionare se stessa.
A questo proposito, mi vengono in mente componenti o derivazioni del web, come whatsapp, telegram o messanger, che hanno mutato il linguaggio di questa lingua globale.
Come dicevamo prima, quando vediamo un giornalista in  tv che parla di calcio mercato, notiamo che il suo sguardo non è rivolto più verso la telecamera, ma bensì verso il telefonino, proprio perchè le chat sono diventate fonti per scambio d’informazioni o di annunci.
Dove andremo a finire non lo può sapere nessuno.
Ci sono tante idee e come sempre possono essere buone o sbagliate, ma nessuno ha una precisa visione di cosa possa succedere in futuro.
C’è chi ha pronosticato, addirittura, la fine dell’impiego del giornalista, sostituito da altre figure, ma al momento ci siamo e aspettiamo di vedere quelli che saranno i cambiamenti.
La tecnologia, sicuramente, ha un impatto fortissimo su questa professione.

  • Secondo lei, come qual è l’approccio delle nuove generazioni verso il giornalismo sportivo?

Intorno a questo ambito c’è tanta curiosità.
Lo sport attira sempre tantissimo e tutti.
Al giorno d’oggi, ci piombano addosso tantissime informazioni, più di ieri.
Le push notification (messaggistica istantanea), dei vari siti e le app, sono uno strumento di divulgazione fortissimo dell’informazione sportiva.
In un contesto, non sempre sereno che ha attraversato negli ultimi anni il nostro Paese, forse lo sport è stato un baluardo di serenità e divertimento.

Share

Polisportiva Gambatesa-Vastogirardi 2-2: arriva la salvezza per la squadra biancoverde.

Stadio comunale “G. Venditti”
Foto Chiara Colledanchise

Domenica 29 aprile, allo stadio “G. Venditti” di Gambatesa, si è giocata l’ultima gara del campionato regionale di eccellenza, tra l’undici locale e quello della Polisportiva Vastogirardi.

Inizio di partita di marca ospite, infatti, il Vastogirardi si fa vedere, con un tiro dalle parti del portiere gambatesano, che respinge la sfera.

La compagine vastese, continua il suo pressing offensivo in area gambatesana, che si concretizza con una palla lisciata su un prezioso assist.

Continua l’assedio alle retrovie gambatesane ad opera della squadra vastese, con un colpo di testa che finisce alto sulla traversa.

Al 26′, il team altomolisano, passa il vantaggio, con una zampata  ravvicinata dalla sinistra.

Continua il monologo vastese, infatti al 40′ la formazione altomolisana si rende pericolosa con un inzuccata insidiosa, su cui Capobianco mette una pezza.

La ripresa della competizione, vede i ragazzi gambatesani in attacco, con Vinciguerra che scocca un tiro dalla distanza, ma l’estremo difensore gialloceleste non si fa sorprendere e devia.

Al 65′ lo schieramento ospite ha l’occasione di raddoppiare grazie ad un calcio di rigore per tocco in area con la mano di Mobilia, che viene espulso, ma fallisce clamorosamente, colpendo il palo.

Il direttore di gara, concede dieci minuti di recupero.

Al 94′ il gruppo gialloceleste riesce a raddoppiare con una conclusione dal limite dell’area che beffa il portiere fortorino.

Nel finale gli uomini di patron Conte trovano il pareggio con Mariano Bruno; prima con una conclusione dai venti metri e in seguito con un pallonetto.

La Polisportiva Gambatesa con questo pareggio, raggiunge l’agoniata salvezza, per il Vastogiradi c’è la fase nazionale dei playoff.

Share

Sconfitta esterna per la Polisportiva Gambatesa: al “Colalillo” finisce 3-1 in favore del Bojano.

Domenica, 22 aprile, allo stadio “Adriano Colalillo” di Bojano, è andata in scena la gara, valevole per la 29° giornata (penultima) del campionato regionale d’eccellenza, tra la rappresentiva locale e quella del Gambatesa.

Inizio di gara, con la squadra bojanese in zona offensiva, infatti al 13′, si rende pericolosa sugli svilluppi di un calcio d’angolo, con la palla che esce di poco a lato.

Al 17′, arriva il vantaggio bojanese con una conclusione dalla distanza, su cui Capobianco non può nulla.

Al 26′, il Gambatesa, prova a pareggiare su tiro d’angolo, con Cirenei, che di testa manda di poco fuori.

Al 38′, su calcio di punizione, il Bojano prova a raddoppiare il vantaggio, ma la sfera esce di poco a lato.

Si va a riposo, sul punteggio di 1-0, per la compagine bianco-rossa.

Il secondo tempo, si apre, con l’undici bojanese in attacco, con un tiro da fuori area, ma l’estremo difensore gambatesano respinge.

Viglione, al 53′, prova a sorprendere il portiere di casa, con una conclusione da distanza considerevole, su calcio di punizione, ma il pallone sbatte contro la traversa.

Il team matesino, al 56′, raddoppia il passivo, con un sinistro rasoterra, su cui il portiere fortorino non arriva.

A questo punto, l’undici fotorino, segna il suo primo goal, con Cirenei che di testa, sfrutta un’assist delizioso.

La squadra matesina, chiude definitivamente la contesa, segnando la sua terza rete, su tiro di rigore.

Vittoria estremamente importante per i ragazzi bojanesi, in chiave salvezza che per l’ultimo turno di campionato affronteranno il Vulcania; per la squadra di patron Conte, tutto si deciderà nella partita in casa contro il Vastogirardi.

Share

Polisportiva Gambatesa- Frentania Serracapriola 3-2.

Ieri, 15 aprile, allo stadio “G. Venditti” di Gambatesa, si è tenuto il match tra la compagine gambatesana e quella della Frentania di Serracapriola (Fg), valida per la 28° giornata del massimo campionato molisano.

La prima frazione di gioco, si apre con il Gambatesa in attacco con Vinciguerra che conclude dal limite dell’area di rigore, ma la palla esce di poco a lato.

A questo punto, la squadra ospite, si porta in avanti, ed impensierisce Capobianco, che si salva con l’aiuto del palo.

Al 16′, il team fortorino, si porta in zona offensiva con Lomuscio, che su cross di Viglione, non inquadra la porta.

Al 30′, Vinciguerra, prova a portare in vantaggio l’undici fortorino, con una tiro dal limite, ma l’estremo difensore ospite respinge.

Sul finire del primo tempo, l’undici pugliese, passa in vantaggio con un colpo di testa derivante da calcio d’angolo.

Finiscono così, i primi quarantacinque minuti, sul punteggio di 1-0 in favore della Frentania.

Ripresa di gioco, che si apre con la squadra bianco-verde in fase offensiva, con cirenei che colpisce il palo esterno.

Al 60′, arriva il raddoppio per la squadra di Serracapriola, con una conclusione in area, su cui il portiere gambatesano non può nulla.

I ragazzi di mister Barrea, al 63′, riducono il passivo, portandosi sull’ 1-2, con un tiro di Vinciguerra.

Al 73′, l’undici gambatesano, riporta il risultato in parità, grazie ad un rigore, per atterramento di Tucci, battuto e segnato da Vinciguerra.

Al 77′, i ragazzi del presidente Conte passano in vantaggio e blindano il risultato, con un colpo di testa di Cirenei, su cross di Viglione.

Punti preziosi, per il gruppo di capitan Capobianco, ai fini della salvezza diretta, che domenica prossima affronterà la trasferta di Bojano, invece alla compagine serrana toccherà la partita in casa contro il Vulcania.

Share