Privacy Policy
 

Giornata mondiale dell’abbattimento delle barriere architettoniche.

Oggi, 1° ottobre è la giornata mondiale dell’abbattimento delle barriere architettoniche.
Ormai è noto dalla notte dei tempi, che per le persone senza problematiche fisiche, cosiddette “normali”, gesti come ad salire le scale o evitare buche presenti sulle strade o sui marciapiedi possono sembrare i più semplici del mondo, talvolta banali.
Per milioni di persone in Italia, disabili e anziani, con patologie fisiche invalidanti dovute a varie circostanze della vita, le barriere architettoniche presenti ancora nella maggior parte delle città italiane, condizionano la loro vita, in qualche caso privano loro della libertà di movimento garantita ad ogni individuo e costituiscono un ostacolo dello svolgimento delle azioni della vita quotidiana, come andare a lavoro o in qualsiasi altro luogo pubblico.
In più di qualche occasione si verificano situazioni poco corrette, talvolta recidive, dovute all’inciviltà, alla fretta e alla mancanza di rispetto degli automobilisti in quanto parcheggiano le autovetture in spazi, destinati per legge, ai diversamente abili.
Oltre all’aspetto dell’ostacolo architettonico, ai portatori di handicap, fa male quello culturale e la concezione del “diverso” che hanno le persone dotate di tutte le facoltà fisiche e la poca attenzione che c’è su questo argomento da parte delle istituzioni pubbliche che dovrebbero tutelare chi si trova in difficoltà.
Si invitano pertanto, gli organi preposti, a tenere alta l’attenzione e a non far cadere nel dimenticatoio quest’importante tema.

Share