Privacy Policy
 

Elezioni provinciali: tutti pescano nella Fontana di Gambatesa.

Schiacciante vittoria del candidato del centro-destra Rosario De Matteis che si impone come presidente della provincia al primo turno con il 55 % dei consensi rispetto al 29 % della candidata Micaela Fanelli. Tutto come previsto in linea con la sensazione  che si percepiva già da giorni circa un risultato molto netto a favore del centro-destra.

E a Gambatesa come è andata a finire?

Beh anche questa, nonostante i cinque candidati del posto, c’è stato un non indifferente sparigliamento di voti a favore di candidati di fuori, un fenomeno in crescita se si considera che 343 voti su 905 totali (quindi più di 1/3) si sono divisi tra il candidato del PD di Riccia Pietro Testa (107), due candidati di Tufara Donato Pozzuto di Alternativa (49) e Saverio Petracca di Provincia Amica (44), un candidato di Monacilioni Salvatore D’Amico (38) e così via tra Pietracatella, Riccia, ecc…

E i nostri?

Da una prima analisi emerge che il vero sconfitto, rispetto a quanto ci si aspettava, è sicuramente Pasquale Abiuso che ha raccolto “solo” 138 preferenze battutto ancora una volta da Salvatore Concettini (200 preferenze) e sorpassato anche dalla sorpresa (annunciata) Matteo Petrilli (144). Pochi sono stati i voti raccolti dalla parte femminile dei candidati gambatesani: 19 voti per Maria Teresa Lembo e 15 per Raffaella Testa.

Cosa cambia da oggi a Gambatesa?

Come dice la canzone di Gigino Di Renzo, ASSOLUTAMENTE NIENTE! Un’altra occasione sprecata per unirci, utilizzata invece per dividerci, non solo tra candidati compaesani, ma anche con candidati esterni. Non è la prima volta che succede questo, ma finquando non ci sarà un unico candidato a rappresentare tutto il paese purtroppo resteremo sempre confinati nelle nostre divisioni e nella nostra periferia.

Dal sito del comune tutte le preferenze per partito. I nomi dei candidati collegati ai partiti qui.

Share

5 commenti

  1. sfarlozz scrive:

    il “vento del nord” non è arrivato in molise (anche e soprattutto per la cattiva gestione in questi anni di d’ascanio, più che altro per le numerose spaccature interne).
    io aggiungerei anche il vento del sud, si perchè qualora vincesse al ballottaggio de magistris (molto difficle ma non impossibile) napoli avrà una svolta, non tanto nella “bandiera politica” ma nell’uomo…
    avanti così…

  2. Pietro Abiuso scrive:

    e pensare che alla mia eta’ avessi imparato qualche cosa. invece niente. ho pensato davvero che dopo tanti anni a gambatesa tutto quell’odio, tutta quella invidia personale fosse finita, macche’…peggio di prima.
    io che penso e che credo sempre che il mio paese sia sempre il migliore, con la piu’ brava e affettuosa gente del mondo.
    non sono altro che un povero illuso che ancora ci crede. spero solo che queste elezioni mi abbiano convinto che i sogni diventano realta’solo da bambini.
    che speranza si aveva con cinque candidati dello stesso paese? chi ha vinto alla fine? cosa ci guadagna il nostro paese…hai ragione tu Luca, e’ proprio come dice il mio amico gigino di renzo, NIENTE
    e per le prossime elezioni cosa’ cambiera, cosa avremo imparato da questa lezione e delusione’….ASSOLUTAMENTE NIENTE
    ed io da povero illuso che ancora ci credero’

  3. lucadalex scrive:

    Prendiamo esempio dai paesi non grandissimi come Campodipietra e Mirabello. Nel primo è la seconda volta che riescono a eleggere da soli un consigliere provinciale con percentuali a diro poco “bulgare” (tutto il paese li ha votati). Mirabello ha imparato la lezione e il 73% ha votato il suo sindaco portandolo alla provincia e, Campodipietra dopo aver eletto nel 2006 Notartomaso, ha eletto questa volta Cefaratti con il 70 % dei consensi dei suoi compaesani.
    Questa volta anche Riccia questa volta si è compattata permettendo a Pietro Testa (PD) di andare a via Roma.

    PS: Pietro, dei voti a quelli di tufara tu non ne sai niente?

  4. Pietro Abiuso scrive:

    Non molto, tanto se lo voglio sapere non devo fare altro che chiedere a te che sei sempre informato per quanto riguarda tufara. Non mi sorprenderei molto se tra i 49 voti di Pozzuto o i 44 voti di Petracca, uno e’ tuo di sicuro.
    Spero solo che hai votato per Pozzuto, almeno hai votato per un mio parente. Per la cronaca, mio nonno e sua nonna erano fratelli e sorelle. Ecco perche’ da parte mia c’e’ tutto questo amore per Tufara.

  5. sklero scrive:

    Questi risultati riflettono totalmente la divisione sociale che infesta da tempo questo paese di me…
    Riflette la diffusa ipocrisia , l’ignoranza totale, il servilismo puro, di 4 gatti incapaci, deficienti che si accontentano 4 gerontocrati sulla via della fine.
    Attendete che la fine arriverà, quando tutti i cervelli saranno partiti vi lasceranno solo tanto marciume.

Lascia un Commento

You must be logged in to post a comment.